27 Novembre, 2019

L’intelligenza artificiale di LIFEdata su Il Tempo

Tempo lettura: 2 min

L’intelligenza artificiale è molto più di un gadget da salotto e LIFEdata, startup innovativa che velocizza il business con l’intelligenza artificiale conversazionale, lo ha dimostrato realizzando per Janssen-Cilag, società del Gruppo Johnson & Johnson, un’applicazione pratica che, grazie all’utilizzo della voce per ottenere informazioni, permette di migliorare l’efficienza operativa e ridurre i rischi di errore, dimostrando che l’AI è utile per le aziende anche in settori considerati delicati come quelli dell’healthcare e della finanza o impermeabili all’uso della tecnologia come accade in diversi ambiti del travel e del retail.

La necessità di gestire e smistare in poco tempo un gran numero di farmaci molto delicati, con modalità di conservazione e precauzioni d’uso differenti, e che spesso prevedono procedure complesse di supply chain e compliance, ha portato Janssen-Cilag a introdurre per i farmacisti ospedalieri la possibilità di lavorare a mani libere assistiti dall’intelligenza artificiale a controllo vocale.

Il progetto, realizzato da LIFEdata, ha permesso di ‘aumentare’ le loro capacità di gestione delle attività relative a prodotti così delicati, diminuire i rischi di errore e soddisfare la maggiore richiesta di efficienza operativa nelle attività quotidiane. Un caso di studio presentato al XL Congresso nazionale Sifo, l’incontro annuale della Società italiana dei farmacisti ospedalieri, a Genova.

Leggi l’articolo su Il Tempo 

News