21 novembre, 2019

L’intelligenza artificiale voice di LIFEdata è sbarcata su CrowdFundMe

Tempo lettura: 3 min

L’intelligenza artificiale voice LIFEdata è sbarcata su CrowdFundMe.
L’obiettivo è quello di far conoscere al mercato la sua tecnologia che rende i servizi delle aziende tre volte più semplici e accessibili.

La raccolta fondi di LIFEdata su CrowdFundMe

CrowdFundMe è una delle principali piattaforme italiane di equity crowdfunding ed è il primo portale a essersi quotato nella storia di Piazza Affari (marzo 2019). La società, oggi una PMI Innovativa con sede a Milano, è stata fondata nel 2013. L’anno di piena operatività sul mercato, tuttavia, è il 2016.

Il portale offre la possibilità di investire in società non quotate come startup o PMI. Accuratamente selezionate tra quelle che presentano il maggiore potenziale di crescita. Gli investitori, sia retail che istituzionali, hanno così l’occasione di diversificare il proprio portafoglio investendo in società non quotate.

La storia di LIFEdata

 È online su CrowdFundMe S.p.A. la raccolta fondi di LIFEdata. La quale è una delle poche aziende europee specializzate in Intelligenza Artificiale Voice, che rende tre volte più accessibile e semplice l’adozione del digitale, rispetto ai servizi attualmente in commercio.

Incubata da Luiss Enlabs del Gruppo LVenture, composta da una squadra internazionale di imprenditori, specializzati nel lancio di startup, LIFEdata, che vanta una quota rosa del 57%,  STEM (Science, Technology, Engineering e Math) del 98%, nei primi 6 mesi di attività, ha già fatturato oltre 350mila euro, con un EBITDA del 20% e un break even point previsto per il 2021, dopo aver decuplicato l’attuale giro d’affari.

Le soluzioni LIFEdata guidano l’utente nel percorso tra online e offline, rendendo anche i servizi più complessi tre volte più semplici ed accessibili. Per esempio, compilare a voce un modulo online diventa molto più veloce e facile che digitarlo a mano.

E soprattutto hanno il vantaggio della omnicanalità: fanno funzionare siti, app e software con la voce o con l’instant messaging, consentendo agli utenti di interagire con le aziende su web, apps, WhatsApp, Facebook Messenger, Amazon Alexa, Google Assistant, senza dover passare da call center o re-iniziare la richiesta da zero quando l’utente cambia canale.

Leggi tutto su Tra Me & Tech

News