lifedata intelligenza artificiale
lifedata intelligenza artificiale
26 Febbraio, 2020

LIFEdata: Intelligenza Artificiale Voice per semplificare i processi di business

Tempo lettura: 2 min

LIFEdata ha scelto di focalizzarsi su uno degli ambiti di frontiera dell’Intelligenza Artificiale: il Voice, un segmento che secondo Gartner entro il prossimo anno dovrebbe incrementare il proprio giro di affari del 30 per cento, un ambito che ha come interesse primario l’abilitazione all’accesso a prodotti e servizi complessi sfruttando per l’appunto l’intelligenza artificiale basata sulla voce.

Si chiama LIFEdata, è italiana ed è una startup nata nel mese di febbraio dello scorso anno nella quale lavorano 36 professionisti laureati in discipline STEM provenienti da 7 Paesi del mondo.
Si definisce startup zebra, ovvero una realtà che si è posta come primo obiettivo quello di fatturare e raggiungere subito la sostenibilità. Obiettivo raggiunto, visto che nei primi sei mesi dello scorso anno la società ha raggiunto un fatturato di oltre 350.000 euro.

LIFEdata e le applicazioni di Intelligenza Artificiale Voice nel mondo business

Per perseguire il proprio obiettivo, LIFEData ha scelto, per l’appunto, di focalizzarsi su un ambito considerato oggi un vero e proprio acceleratore dei processi digitali, in particolare, come spiega il Founder e Managing Partner della società Omar Fogliadini, in quei processi “implicano interazioni tra persone e tra uomo e macchina, nonché dove il recupero e lo scambio di dati, informazioni, documenti in real-time possono fare la differenza sull’efficienza di processo e la produttività di business”.

Parliamo di Voice e Instant Messaging, ovvero riconoscimento e comprensione del linguaggio naturale che abilitano applicazioni di tipo Voice-Enabled Enterprise, Intelligent Process Automation e Knowledge Augmentation, utili per la semplificazione dei processi aziendali.

Leggi l’articolo completo su Big Data 4 Innovation

Ricevi News su Innovazione e Tecnologia per l'Impresa Intelligente