quanto costa intelligenza artificiale
quanto costa intelligenza artificiale
9 Dicembre, 2019

Quanto costa l’intelligenza artificiale?

Tempo lettura: 6 min

Spesso ci si chiede cosa costerebbe introdurre in azienda l’intelligenza artificiale.

“Intelligenza artificiale” è un termine spesso usato a sproposito, ma in generale copre oltre 70 approcci tecnologici fino alla robotica.

Molte tecniche sono limitate alle grandi aziende per la necessità di big data e di ingenti investimenti, ma ci sono anche applicazioni che possono entrare nella pratica quotidiana di piccole e medie imprese generando subito ROI.
In particolare, le applicazioni data-driven che consentono alla tua azienda di eliminare attività ripetitive e di far risparmiare tempo, all’utente.

L’elenco è lungo, si va da applicazioni di customer service a ecommerce intelligente, a field force management.
Ci sono quindi molte applicazioni anche B2B, perché l’intelligenza artificiale è l’unica tecnologia che consente di fare di più e di vendere di più in meno tempo.

Quando si parla di intelligenza artificiale voice, pensiamo tutti agli assistenti vocali, come Alexa.
In realtà Alexa e Google Home sono solo un punto d’accesso diverso.
La voce è il modo più naturale – e salva-tempo – per interagire con siti, app e software, evitando di perdere tempo con infiniti menu a tendina, validazione dei campi e difficoltà di digitazione, soprattutto in movimento.

VOICE-ENABLED ENTERPRISE E FIELD FORCE MANAGEMENT

Introduzione del controllo vocale per rendere più rapide ed accessibili le numerose informazioni (ad esempio, cataloghi, dati aziendali da CRM o ERP…) ad una forza lavoro distribuita (field, trade …) e spesso in movimento

ECOMMERCE INTELLIGENTE

Il consumatore vuole tutto e subito. La ricerca su cataloghi profondi può diventare lunga, bruciando opportunità di vendita. L’intelligenza artificiale aumenta di 12 volte il numero dei prodotti, o varianti di prodotto, visibili facilitando di 3 volte la conversione

DIGITAL ON-BOARDING E CUSTOMER SERVICE

Oggi siamo tutti omnicanale, perché ci muoviamo tra risorse digitali (per prendere informazioni e raccomandazioni) e mondo fisico (dove spesso concludiamo acquisti o contratti), ma anche omnicanale in modo trasversale, passando dal web, ai social media, all’instant messaging.
L’intelligenza artificiale è l’unico modo per gestire in modo efficiente questa trasversalità asincrona dell’utente connesso.

Anche i voice assistant assumono quindi una logica diversa: immaginati che Alexa, una volta che ti ha detto il tempo, si prenda carico di un’azione nel mondo fisico, come staccare l’irrigazione del giardino se piove o suggerirti di abbassare il riscaldamento per risparmiare sulla bolletta, per conto tuo, basandosi sui dati rilevati e sulle tue preferenze.
LIFEdata fa proprio questo.

Il costo dell’introduzione dell’intelligenza artificiale dipende da

  1. Riclassificazione informazioni e knowledge management (in particolare, se non è disponibile in formato digitale)
  2. Analisi delle logiche di processo del tuo business
  3. Prototipazione di una soluzione
  4. Sviluppo della soluzione di intelligenza artificiale
  5. Rilascio e training 

L’approccio più pratico consente di lavorare con Software-as-a-Service che minimizzino le esigenze di sviluppo.

Molte aziende favoriscono valutazioni di ROI con attività di check up che consentano all’imprenditore valutazioni rapide, come ad esempio il machine learning check up di Google per le PMI o il nostro Digital Check Up.

Lo sviluppo di skills per Alexa o actions per Google Assistants può costare dagli 8 ai 20.000 Euro, a seconda della complessità e della disponibilità di informazioni, ma non ci sembra l’approccio vincente.

Serve:

  1. Disegnare la skill e relativi casi d’uso ed interazioni
  2. Svilupparla in cloud nel relativo framework
  3. Testarla
  4. Pubblicarla

Molte aziende non hanno bisogno di aggiungere l’ennesima interfaccia, ma di utilizzare di più e meglio gli investimenti che fanno sul proprio sito e app.
Significa nuovi costi e nuovi impegni di manutenzione.

L’applicazione di logiche di intelligenza artificiale SaaS consente di valorizzare gli asset digitali esistenti – e gli investimenti già fatti – favorendo più utilizzo e conversioni da parte degli utenti.

D’altronde, l’assunto è semplice: ci sono troppe informazioni, c’è troppo poco tempo.

L’intelligenza artificiale consente di risolvere questo dilemma a favore di maggiore ROI.

Forse la domanda corretta non è Quanto costa l’intelligenza artificiale, ma quanto mi costa non valutare l’applicazione di intelligenza artificiale? Quando mi costa non introdurre intelligent process automation? In un mondo dove tutti noi utenti siamo abituati e guidati dall’intelligenza artificiale di Google, Amazon, Facebook, Microsoft, Apple, Salseforce… da quando digitiamo un’email con suggerimenti automatici alle indicazioni sul nostro smartphone.

Parafrasando Satya Nadella, il manager che ha portato Microsoft alla rinascita:

Crescita economica = ∑(Educazione+Innovazione) x Intensità nell’uso della Tecnologia

E non si tratta di eliminare personale, l’intelligenza artificiale AUMENTA l’intelligenza di un’organizzazione consentendo operatività – spesso business model, si pensi ai modelli a subscription o performance – non possibili senza l’ausilio tecnologico e libera il personale per attività più critiche o di relazione.

Scopri il ROI che puoi avere con intelligenza artificiale e soluzioni data-driven >

 

News