chatbot intelligenza artificiale
chatbot intelligenza artificiale
8 Ottobre, 2019

Un assistente intelligente per incrementare il ROI

Tempo lettura: 2 min

I dati della messaggistica istantanea, basata su intelligenza artificiale, rivelano che l’utilizzo di un assistente intelligente può portare un’azienda a incrementare il ROI.

Secondo quanto rilevato da Business Insider Intelligence si stima che nel 2020 l’80% delle aziende utilizzerà servizi basati sull’intelligenza artificiale, in particolare per gestire la messaggistica e quindi il dialogo con i clienti.
Con l’implementazione di soluzioni tecnologiche avanzate è possibile automatizzare circa il 40% delle risposte, che solitamente sono quelle più ripetitive, per smistare poi sugli operatori umani le richieste più complesse che potrebbero essere gestite in chat o telefonicamente.

Ciò consente di ridurre notevolmente i costi per la gestione di richieste basilari, che spesso sottraggono tempo e attenzione a quelle più articolate, di dedicare più energie alla vendita oltre che di ottenere benefici in termini di reputazione e customer satisfaction, perché ogni persona, in ciascun canale, sarebbe seguita in modo coerente e ottimale.

Tra un chatbot e un assistente intelligente c’è molta differenza e il secondo, basato sull’intelligenza artificiale, consente di:

Apprendere dalle domande più frequenti poste dagli utenti, sia nel contenuto sia nelle modalità con cui queste vengono formulate, incrementando costantemente la propria capacità di fornire risposte.

Personalizzare i messaggi sulla base dei comportamenti della persona che richiede assistenza, rilevati nei vari canali digitali, in ottica realmente omnichannel. Se la persona chiede informazioni sul sito web e ha già interagito su Messenger, un assistente intelligente sarà in grado di generare risposte e personalizzare l’esperienza sulla base delle precedenti conversazioni.

Proporre soluzioni e contenuti personalizzati in funzione di alcune variabili esterne, ad esempio in base al meteo.

Gestire le richieste più frequenti fino a un livello che viene preventivamente definito, per passare poi la conversazione a un operatore che possa dedicarsi esclusivamente alle conversazioni più complesse e a fare up e cross selling.

Scrivici per saperne di più