20 Novembre, 2019

Intelligenza Artificiale per il Turismo: LIFEdata ne parla in un libro

Tempo lettura: 3 min

L’Intelligenza Artificiale sta entrando sempre più spesso nella nostra vita quotidiana, anche se probabilmente non ce ne rendiamo ancora conto.
Assistenti virtuali come Google Assistant e Alexa di Amazon ci consentono di ottenere risposte in modo veloce e puntuale alle nostre domande. Possiamo chiedergli suggerimenti sui mezzi di trasporto da utilizzare per un viaggio, consigli su un ristorante nelle vicinanze e informazioni sul meteo, in modo semplice e immediato utilizzando la voce.

L’uso della voce è naturale e ci viene spontaneo per relazionarci con gli altri, in ogni contesto.

Partendo da questo presupposto è piuttosto facile pensare come, l’applicazione della voce e dell’intelligenza artificiale a un processo di qualsiasi natura, in ambito aziendale, possa diventare cruciale per rendere semplice e immediato l’accesso a servizi talvolta complessi.

Pensa a tutte le volte che, arrivando in albergo, hai dovuto chiedere la password per collegarti al wifi o avuto la necessità di effettuare procedure complesse per collegarti alla rete dell’hotel, magari chiamando in reception e senza riuscire a ottenere una risposta rapida.

Ora immagina di poter effettuare il login semplicemente chiedendo a un dispositivo di autenticarti e connetterti ad internet, solo chiedendolo, con la voce.
Questo comporta un minor impiego di tempo e una migliore esperienza per te come ospite della struttura, oltre che un vantaggio per il personale dell’hotel, che non deve continuamente fornire risposte ripetitive con notevole dispendio di tempo e riduzione dell’efficienza.

Di soluzioni come questa e di altre possibili applicazioni in grado di supportare le aziende che lavorano nel turismo e nel settore dell’accoglienza in generale, ha parlato Sara Caminati – associate partner di LIFEdata nel libro Digital Strategy per il Turismo, edito da Hoepli, grazie al supporto di Gianluca Marzulli, digital transformation manager di LIFEdata.

Ieri sera a Milano il libro è stato presentato in formula di workshop, proprio per fornire risposte e spunti pratici agli imprenditori dell’accoglienza che vogliono puntare sull’innovazione per migliorare i processi interni e il dialogo con i propri ospiti.

Nel libro sono riportati casi di studio e interviste, che aiutano a comprendere come competere oggi con i big e muoversi agevolmente negli spazi di comunicazione digitale, per promuovere la propria attività.